IL GIARDINO DI VALSANZIBIO TRA SIMBOLISMI E ALLEGORIE

Alla scoperta del significato artistico e spirituale del Giardino,

immersi tra piante secolari da tutto il mondo

Apertura 2016: da Sabato 27 febbraio, tutti i giorni, fino a dicembre.

Nel week end di apertura sarà possibile partecipare alle due visite guidate sabato e domenica alle ore 11.30. Nel caso di brutto tempo le visite verranno spostate al week end successivo

Nel week end di fine febbraio 2016 riaprono al pubblico i cancelli del Giardino Monumentale di Valsanzibio, ai piedi del Parco Colli Euganei a Galzignano Terme (Padova). Inizia così la stagione 2016 dove sarà possibile visitare il Giardino Monumentale tutti i giorni fino a dicembre. L’obiettivo per quest’anno sarà quello di far apprezzare ai numerosi visitatori italiani e turisti internazionali il ricco simbolismo che si snoda nel percorso, dove a fianco di alberi ultra secolari provenienti dai quattro continenti- America, Asia, Africa e Europa – portati in Italia oltre tre secoli fa, si possono leggere vari messaggi tra spiritualità cristiana, paganesimo e allegorie filosofali.

Il Giardino venne realizzato nel 1665 su progetto di Luigi Bernini, architetto pontificio fratello di Gian Lorenzo, su commissione della famiglia Barbarigo, che diede i natali al Santo Gregorio. E molti sono i significati e allegorie di purificazione e salvezza dell’anima che la famiglia Barbarigo volle trasmettere. Si passa dalla figura mitologica di Diana, dea della caccia e delle mutazioni, che si erge sopra il maestoso Padiglione – portale d’ingresso al Giardino fino all’800, ossia fino a quando era possibile giungere a Valsanzibio in barca direttamente da Venezia – al percorso del Labirinto, in bossi secolari e perfettamente conservato, che presenta sette vie trabocchetto come i sette vizi capitali. Nel cuore del Giardino, dove decumano e cardo si intersecano, si trova la scultura di Argo dai cent’occhi, in pietra d’Istria, e difronte c’è quella di Mercurio, e poi altre divinità pagane, che raffigurano Fertilità e Salubrità. Si arriva all’isola dei Conigli, metafora della vita umana, si passa davanti agli scherzi d’acqua per giungere alla scalinata del Sonetto, dove i versi incisi sottolineano la vocazione di pace e serenità del Giardino, fino a giungere alla Statua del tempo, metafora dell’anima che si eleva al cielo. Un insieme di significati che si susseguono, così da accompagnare il visitatore in un viaggio reale ed allegorico allo stesso tempo. Un viaggio dove “perdersi permette di ritrovarsi”.

Il Giardino, considerato tra i più importanti Giardini barocchi italiani, dal significato ancora perfettamente leggibile, negli ultimi anni ha visto riconoscimenti importanti. Pubblicato nei principali libri di arte e botanica, già premiato come il Giardino più bello d’Italia nel 2003 e tra i primi in Europa nel 2007, lo scorso anno è stato scelto da Arte, il canale franco-tedesco di contenuto culturale, tra i venti giardini storici più significativi d’Europa, e vi è stata girata una puntata del programma “Jardins d’ici et d’ailleurs” che andrà in onda in primavera in Francia e Germania. E numerosi programmi nazionali italiani- da Rai 2 Dossier a Sereno Variabile- gli hanno recentemente dedicato ampio spazio.

Al fine di far conoscere ed apprezzare i numerosi significati allegorici, quest’anno verranno organizzate un numero maggiore di visite guidate, anche nei fine settimana, così da poter divulgare il messaggio che la famiglia Barbarigo volle trasmettere e la famiglia Pizzoni Ardemani ha mantenuto integro e valorizzato nell’ultimo secolo. Oltre alle guide esperte del Giardino nell’arco dell’anno si potrà essere accompagnati da docenti universitari e importanti critici d’arte. Il calendario verrà esposto a breve nel sito valsanzibiogiardino.it

Un anno dove protagonista assoluto sarà la bellezza del Giardino Monumentale, ma verranno creati dei momenti ludici al fine di far vivere Valsanzibio a 360 gradi.

La terza domenica di ogni mese vedrà appuntamenti ed eventi da vivere all’aria aperta, così come ogni giornata festiva sarà allietata da occasioni piacevoli.

A Pasquetta, per esempio, sarà possibile fare “Il pic nic del Doge”, grazie alle prelibatezze veneziane, cicchetti, fritti e baccalà preparati da chef di street food che si potranno acquistare e degustare nel Giardino.

E queste alcune delle date già fissate:

17 aprile. Una giornata intitolata “ Il Giardino Olistico”, per vivere seguiti da insegnanti esperti un’ ora di meditazione nel bosco nell’area adiacente al Giardino Monumentale e esercizi yoga da svolgere sotto alcuni dei maestosi trionfi botanici del Giardino.

15 maggio. Si potrà ammirare la mostra “Dame e Cavalieri”, dove saranno esposte alcune carrozze e calessi di fine ‘800, una collezione esclusiva di foulard di Hermes dedicata al mondo dell’ippica, e altri oggetti storici legati al mondo dell’equitazione.

18 giugno: si festeggerà la festa di San Gregorio Barbarigo, Santo che a Valsanzibio fece la Prima Comunione e che ispirò l’alta simbologia del giardino stesso. Il 18 e 19 giugno sarà un weekend dove si potranno ammirare performance live di “Arti e mestieri” e degustare assaggi prodotti dalle attività tipiche dei Colli. Sabato 18 giugno, inoltre, sarà occasione per vivere un appuntamento magico in giardino e aperitivo al tramonto (a breve tutti i dettagli).

Oltre ad avere la possibilità di visitare il Giardino guidati da critici d’arte di grande fama, d’estate si potrà vivere il Giardino al tramonto, con visite guidate e proiettate nel tempo.

(in caso di brutto tempo ci potranno essere variazioni)

DOMENICA 21 FEBBRAIO – Prove generali di preapertura

Domenica 21 febbraio 2016, prove generali di preapertura del Giardino Monumentale di Valsanzibio (apertura ufficiale sabato 27 febbraio 2016).

Alle ore 12 possibilità di partecipare alla visita guidata di preparazione delle nuove guide. La visita guidata si svolge dalle ore 12 alle ore 13.30.

Entrata unica alle 12:00, ingresso a tariffa riduzione speciale (euro 8,50)

Info e prenotazione [email protected] o 340 0825844 o 335 5634918

VI ASPETTIAMO

BUON 2016

PortaleDiana_1_Low
Picture 1 of 33

BUON 2016 A TUTTI

IL GIARDINO MONUMENTALE DI VALSANZIBIO SU SERENO VARIABILE

Il Giardino Monumentale di Valsanzibio sul seguitissimo programma di Rai2, Sereno Variabile – CLICCARE QUI’ per vedere la puntata di sabato 12 dicembre, 2015

La parte relativa al Giardino Monumentale di Valsanzibio va dal minuto 15:35 circa al minuto 22:25 circa…grazie ad Osvaldo Bevilacqua…BUONA VISIONE

FOLIAGE D’AUTUNNO AL GIARDINO DI VALSANZIBIO

Visite guidate gratuite e dimostrazione live di addobbi autunnali e natalizi

Per il week end dei Santi il Giardino di Villa Barbarigo Pizzoni Ardemani a Valsanzibio di Galzignano Terme offre ai propri visitatori tour guidati gratuiti con particolare attenzione all’aspetto botanico oltre che storico-culturale.

I tours prevedono il regolare costo del biglietto d’ingresso. Gli appuntamenti sono fissati per Sabato 31 ottobre alle ore 15 e per domenica 1 novembre alle ore 11. I visitatori saranno accompagnati alla scoperta dei colori dell’autunno per ammirare gli alberi ultrasecolari, dallo spettacolare cedro della California di oltre 380 anni, esemplare stimato essere il più antico d’Europa, all’imponente magnolia grandi flora del Nord America, la sequoia e ancora piante ultrasecolari provenienti dall’Africa mediterranea, dal Giappone, dalla Cina, dall’India e dalle Baleari, immersi nelle sfumature autunnali.

Nel pomeriggio di domenica 1 Novembre, presso le scuderie del Giardino, alle ore 15 si potrà assistere alla dimostrazione a cura della Fioreria Le Clematis di Galzignano di realizzazione di centritavola autunnali e natalizi, preparati con ghiande, castagne, svariate pigne degli alberi secolari quali sequoia, magnolia, cipressi, abeti, cedri dell’Atlante e pino romano, impreziositi da quanto altro offre la natura in questa coloratissima stagione.

L’ingresso del Giardino è di euro 10 euro, riduzione over 65, tessera Touring Club e Fai, euro 8,5, bimbi/ragazzi fino ai 14 anni euro 6. Ulteriori info valsanzibiogiardino.it. Per una migliore organizzazione gradita conferma a [email protected] .

VALSANZIBIO E PETER BOGGS

Polifemo_PeterBoggs
Picture 1 of 2

Valsanzibio è diventato un’altra musa ispiratrice per il famoso e pluripremiato pittore Australiano Peter Boggs (www.peterboggs.com). Nelle foto sopra il dipinto della statua di Polifemo (Foto # 1), presso la Fontana delle Insidie o degli Scherzi d’acqua sul Viale Centrale, e quello della statua della Salubrità (Foto # 2), presso la Fontana della Pila o della Conca, sempre sul Viale Centrale.  Sotto le foto attuali della Statua di Polifemo e della Salubrità vicino al dipinto.

Copyright – dipinti di Peter Boggs – vietata la riproduzione

Domenica 4 ottobre, San Francesco – FESTA DEGLI ALBERI A VALSANZIBIO

Cedro D'America o della California (Calocedrus o Libocedrus Decurrens)

In occasione della giornata di San Francesco d’Assisi, il Giardino di Valsanzibio propone alle ORE 15:00 una visita guidata naturalistico-ambientale in collaborazione con l’associazione culturale Arka.

Nel 1665 iniziarono i lavori per la realizzazione del Giardino Monumentale di Valsanzibio su progetto di Luigi Bernini. I committenti erano i nobili Barbarigo, ricchi mercanti e naviganti nei secoli di grande splendore della Serenissima Repubblica. Nella loro tenuta nei Colli Euganei piantarono alberi provenienti da diversi continenti, in particolare esemplari del Nuovo Mondo, che era stato scoperto da poco più di un secolo. Avere piante da paesi così lontani era impresa molto ardua e costosa, si doveva navigare per mesi tenendole in vita con preziosa acqua dolce. Questo era anche un modo per sottolineare l’ importanza politica e potenza economica della famigliache le possedeva. Grazie a ciò oggi nel Giardino di Valsanzibio si può ammirare una biodiversità ultrasecolare molto ampia e rara. Per citare soltanto alcuni esemplari, dal Nord America provengono la sequoia, la magnolia grandiflora, il cipresso bianco e il cipresso dell’Arizona, dal Marocco il cedro dell’Atlante, dal Giappone il cipresso e il cefalotasso, dalle Baleari il bosso, dall’India il cedro Himalayano ed infine il cedro della California, che è stimato essere il più antico esemplare vivente in Europa.

La visita prevede il costo del prezzo composto dal biglietto d’ingresso per gruppi di € 8,50 ed inoltre dal contributo per servizio guida fornito da Arka di € 5,00. Le condizioni si applicano esclusivamente alle prenotazioni, che chiudono Venerdì 2 Ottobre alle ore 19:00.

Per info e prenotazioni scrivere a [email protected]

oppure chiamare il numero 347-2103368.

In caso di maltempo la visita verrà rinviata a data da destinarsi.

DOMENICA 20 SETTEMBRE 2015 – ORGANIC MARKET A VALSANZIBIO

Per il Giardino Monumentale di Valsanzibio la scelta di prodotti fertilizzanti e curativi più naturali possibili al fine di preservare gli alberi secolari è un must.

Oltre ad aver stretto una partnership con l’Università di Padova, sezione agraria, da quest’anno ha scelto inoltre i prodotti dell’azienda vicentina Organic Forest, un metodo innovativo di fare agricoltura, nato dagli studi dell’agronomo francese Michel Barbaud. Ad oggi sono sempre più numerose le aziende agricole venete diventate partner accogliendo le linee guida Organic Forest, ovvero: genuinità, salubrità e sicurezza dei prodotti.

Il marchio garantisce un residuo chimico pari a zero e il ritorno al sapore vero dei frutti della terra.

Domenica pomeriggio 20 settembre

verranno presentati in Giardino in anteprima i nuovi prodotti tra cui nuovi vini Organic Forest:

il bianco “Domismatico” ed il rosso “Sinceroso”

PresentazioneVini_OrganicF_170915
Picture 1 of 1

completamente naturali e senza solfiti aggiunti, la cui vinificazione verrà illustrata dal creatore del metodo Michel Barbaud e dall’enologa Beatrice Bottaro. Verranno offerte degustazioni dei prodotti del marchio Organic Forest a cura di alcune aziende che utilizzano il metodo: mele e succhi di mela, prodotti sottolio, sughi, farine e composte, frutta e verdura fresche e, ovviamente, i nuovi vini Organic Forest.  Inoltre esporrà l’azienda agricola Capodaglio, che produce e commercializza, per prima in Italia ed Europa, il goji fresco coltivato con il metodo Organic Forest a marchio ‘gojiCAPO’.

Come accompagnamento musicale alla festa, ospite la solista Vanna Granetto, che si esibirà durante il pomeriggio presso il maestoso Portale di Diana, l’ingresso originale del Giardino fino a metà ‘800, quando era ancora possibile arrivare al Giardino in barca da Venezia.

Sarà inoltre possibile degustare il gelato al gusto Valsanzibio realizzato dalla Gelateria Antiche Tentazioni.

L’accesso prevede il regolare pagamento del biglietto (10,00 euro, riduzione 8,50 euro, bambini dai 3 ai 14 anni 6,00 euro).  La presentazione avverrà anche in caso di brutto tempo.

Tutti i vegetali Organic Forest crescono senza l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi e i fertilizzanti sono tisane di erbe completamente naturali con cui viene arricchito il compost di elementi nutritivi e protettivi per le piante. L’ azienda è certificata biologica ma si vuole andare ben oltre i parametri fissati dalla legge in tema bio: lo scopo è coltivare la terra con un metodo sicuro per la salute sia dell’ambiente che dell’uomo, per dare avvio ad un processo di risanamento del nostro ecosistema e di noi stessi.

WEEK END DI FERRAGOSTO – Alla scoperta del Giardino di Valsanzibio

Sabato 15 e Domenica 16 Agosto

verranno organizzate due visite guidate gratuite,

una la mattina alle 11 e una al pomeriggio alle 16,

per far conoscere gli innumerevoli significati allegorici che questo magico luogo cela, grazie al messaggio che venne trasmesso da San Gregorio Barbarigo (per usufruire dei tours guidati gratuiti non occorre prenotarsi, ma basta pagare il proprio biglietto d’ingresso e trovarsi sotto il Padiglione di Diana alle 11:00 e/o alle 16:00).

E, nel pomeriggio di ferragosto, la possibilità di gustare il gelato al Gusto Valsanzibio prodotto artigianalmente dalla gelateria Antiche Tentazioni di Selvazzano Dentro.

gelato_giardino_5
Picture 1 of 1

Il gelato è al gusto di pistacchio con riduzione di ciliege dei Colli della storica azienda Luxardo.

Vi aspettiamo!

PS: cliccare QUI’ per vedere anche articolo sul GAZZETTINO!

MERCOLEDI’ 15 LUGLIO, 2015 – Serata Euganea Film Festival a Valsanzibio

LocandinaEuganeaFilmFestival2015
Picture 1 of 1

Mercoledì 15/07 e non Martedì!)

Un film straordinario in una cornice altrettanto straordinaria.

Il Giardino Monumentale di Valsanzibio,

gioiello di natura e architettura barocca, considerato tra i più pregevoli del mondo, sarà regolarmente aperto al pubblico per le visite dalle 10:00 alle 13:00 e, nel pomeriggio, dalle 14:00 fino, eccezionalmente, alle 20:30. Però, dalle 19:00 fino alle 20:00 la biglietteria aprirà le porte solo al pubblico dell’Euganea Film Festival che avrà la possibilità di fare una passeggiata attraverso il labirinto di bossi secolari, la monumentale Statua del Tempo, l’Isola dei Conigli, la scalinata del Sonetto, i giochi d’acqua, le magnifiche fontane e le imponenti piante ultra centenarie. In seguito, a partire dalle ore 20.30, verrà offerto un aperitivo a buffet nell’area delle Antiche Scuderie.

Alle ore 21.30, i registi Chiara Andrich e Giovanni Pellegrini presenteranno il loro secondo documentario, Ali di tela – Volando con Angelo D’Arrigo. Il film racconta la figura di Angelo D’Arrigo, deltaplanista italo-francese tragicamente scomparso nel 2006 a Comiso. Volando assieme ai piloti che l’hanno accompagnato fin dai primi giorni, Ali di tela tratteggia il ritratto di un gruppo di piloti catanesi che continuano sul percorso segnato dal loro maestro, alimentando lo spirito di una disciplina fatta di silenzi e di correnti d’aria, di osservazione del volo degli uccelli e di conoscenza e rispetto del territorio.

Euganea Film Festival è realizzato con il contributo di Regione del Veneto, Provincia di Padova – Rete Eventi, Fondazione Antonveneta, Banca Etica, Scuola Internazionale di Comics Padova, Thermae Abano Montegrotto e con il patrocinio del Parco Regionale dei Colli Euganei. Hanno collaborato al progetto Cinerama, Jolefilm, Tenuta Valsanzibio, Strada del Vino Colli Euganei, Associazione Culturale Khorakané, Cooperativa Terra di Mezzo, Antica Trattoria Ballotta, Azienda Ca’ Lustra – Zanovello, I Castagnucoli, Castello del Catajo, Cantina “La Mincana”, GrU.V.E, Vignale di Cecilia e Azienda Agricola Salvan.

Ingresso dopo le 19:00 e/o per assistere alla proiezione, 14 euro.

Posti limitati. Si consiglia la prenotazione. La biglietteria rimane aperta fino alle ore 20.00 (per potere accedere alle Antiche Scuderie dopo le 19:00 bisognerà essere forniti dello speciale biglietto di ‘Euganea Film Festival’).

Per info e prenotazioni:

valsanzibiogiardino.it[email protected]